.
Annunci online

Image Hosted by ImageShack.us
   
Image Hosted by ImageShack.us
Image Hosted by ImageShack.us    
 Image Hosted by ImageShack.us

Free Image Hosting at www.ImageShack.us 
       
        Now On-Line
 
        visitor stats                

        Total Visitors

      free hit counter  



26 gennaio 2009
Sà rapi na birra: La Nastro Azzurro
Non molto considerata nel mercato giovanile, BirreItalia.it ci porta a conoscere, la Nastro Azzurro vista da molti intenditori tra le migliori birre lager commerciali d'Europa. (si ringrazia Marco Fusco)

: Italia
Nome: Nastro Azzurro Foto:
Tipologia: Lager
Colore: Chiaro, giallo paglierino
Fermentazione: Bassa
Gusto: Di cereali
Aroma: Di luppolo
Schiuma: Compatta e persistente
Classificazione: Birra Normale
Gradi: 5
Temperatura: 6
Bicchiere: CALICE A TULIPANO
Abbinamenti: Carni bianche, pesce in umido e ai ferri.
Note: Considerata la leader italiana nel suo specifico settore, da oltre trentanni viene prodotta impiegando esclusivamente malto finissimo




permalink | inviato da barsaro_webmaster il 26/1/2009 alle 12:43 | Leggi i commenti e commenta questo postcommenti (0) | Versione per la stampa
19 settembre 2008
Sà rapi na birra: Speciale Moretti
Nel nostro spazio, dedicato al mondo della birra, curato dall'amico Marco Fusco è ora dell'italiana più amata...
Italia
Nome: Moretti Foto:
Tipologia: Lager
Colore: Dorato
Fermentazione: Bassa
Gusto: Delicatamente amaro
Aroma: Di luppolo
Schiuma: Fine e Persistente
Classificazione: Birra Normale
Gradi: 4.6
Temperatura: 7
Bicchiere: CALICE A CHIUDERE
Abbinamenti: Primi piatti, carni bianche.
Note: Il suo gusto si deve a una miscela di luppoli particolarmente pregiati.

Marco Fusco... www.birreitalia.it




permalink | inviato da barsaro_webmaster il 19/9/2008 alle 17:55 | Leggi i commenti e commenta questo postcommenti (0) | Versione per la stampa
17 marzo 2008
Sà rapi na birra: La Heineken

La storia di Gerard Adriaan Heineken, fondatore dell'omonimo gruppo birrario, è singolare. Nell'estate del 1863 chiese un prestito ai genitori, adducendo per la sua richiesta un motivo quanto mai originale: era infatti deciso a impegnare energie e denaro nella fabbricazione su scala industriale di una birra genuina e leggera, capace di distogliere i suoi connazionali dall'abituale consumo di analoghe, e pessime, bevande fatte in casa seguendo metodi empirici e maldestri. L'anno successivo divenne proprietario di una vecchia azienda di Amsterdam, la De Hooiberg (la cui fondazione risaliva al 1572), cui seguì l'apertura, nel 1874, di un nuovo stabilimento a Rotterdam, punto di partenza per un'espansione inarrestabile. Oggi, il gigante dei Paesi Bassi produce ogni anno oltre 97 milioni di ettolitri di birra. dando lavoro a circa 33 000 persone e raggiungendo un fatturato che supera gli 8 miliardi di euro. La Heineken è proprietaria di numerosi marchi famosi in tutto il mondo.
La gamma di marchi che ruota attorno all'azienda olandese (alcuni di proprieta, altri in semplice distribuzione o realizzati su licenza) è veramente sconfinata. Fra le tante birre ricordiamo quelle della linea Moretti (Baffo d'oro, la Rossa, Sans Souci e Sans Souci ice), la Dreher, la sarda Ichnusa. Dall'Irlanda arrivano la McFarland Gold e Red; dall'Olanda le Amstel e la Buckler. Grazie ad un accordo col colosso belga Interbrew, vengono distribuite la Stella Artois, I'Hoegaarden e la Jupiler, oltre alle canadesi Labatt Blu e ice. In Germania la Heineken e presente con l'etichetta Henninger, in Francia con la Adelscott e la Desperados, in Spagna con la Cruzcampo.
Oltre a detenere un catalogo di birre in grado di soddisfare qualsiasi gusto, Heineken lo promuove attivamente con strategie di marketing di grande successo: sono da interpretare in tal senso le numerose sponsorizzazioni musicali, come ad esempio le rassegne di Umbria Jazz e l'Heineken Jammin' Festival, che si svolge ogni estate a Imola. Inoltre, sono centinaia i locali le cui insegne (Jammin, Vecchia Bruxelles, The Murphy's, Dadaumpa...) fanno riferimento diretto, come organizzazione e amministrazione, al gruppo Heineken.

CARATTERISTICHE

Una curiosità: la Heineken fu la prima birra a essere importata in Usa dopo fine del proibizionismo. Si tratta di una classica lager che si contraddistingue per la sua limpidezza e il suo gradevole aroma ai cereali. Il colore è oro paglierino; il gusto è di luppolo. La schiuma si presenta compatta, dotata di una certa persistenza.

TEMPERATURA DI SERVIZIO E ABBINAMENTI GASTRONOMICI:

Tra gli accompagnamenti tipici si segnalano quelli con pesce e carni bianche. Viene generalmente servita a una temperatura compresa tra i 5 e i 7 °C. Una gustosa ricetta vuole che la Heineken accompagni il pollo in salsa di cipolle.

SCHEDA TECNICA:

NOME: Heineken

NAZIONE: Olanda

TIPOLOGIA: Lager

COLORE: Giallo Paglierino

FERMENTAZIONE: Bassa

GUSTO: Di luppolo

AROMA: Di cereali

SCHIUMA: Compatta, persistente

CLASSIFICAZIONE: Birra Normale

GRADI: 5

TEMPERATURA: 5 °C

BICCHIERE: PINTA

ABBINAMENTI: Pesce e carni bianche.

NOTE: Classica lager che si distingue per la sua limpidezza e il suo gradevole aroma di cereali.
Marco Fusco




permalink | inviato da barsaro_webmaster il 17/3/2008 alle 16:38 | Leggi i commenti e commenta questo postcommenti (0) | Versione per la stampa
21 febbraio 2008
"Sà Rapi na Birra!!" Speciale Beck's

Parte oggi una nuova rubrica per tutti gli amici e frequentatori di BarSaroWeb. Il nostro amico Marco Fusco, webmaster di birreitalia.it, ci guiderà in un lungo viaggio alla scoperta delle Birre più famose del mondo e ovviamente più consumate al Bar di Saro...
Diamo inizio dunque a "Sà rapi na Birra!!" con una delle birre più bevute da Saro, ossia la Beck's!!



Prodotta da Braurei Beck GMBH & Co a Brema.

Fra le più famose Birre del mondo, la sua produzione ebbe inizio nel 1873 nella Brauerei Beck, fondata da Heinrich Beck e Thomas May. Per realizzarla, ancora oggi vengono rispettati i severi vincoli imposti dalla legge sulla purezza risalente al 1516.

Nazione : Germania

Nome: Beck's

Tipologia: Pilsener/Pilsner/Pils

Colore: Biondo Brillante

Fermentazione: Bassa

Gusto: Amarognolo

Aroma: Fine, gradevole

Schiuma: Fine e persistente

Classificazione: Birra Normale

Gradi: 5

Temperatura: 8

Bicchiere: CALICE A CHIUDERE

Abbinamenti: Piatti a base di pesce e carne.

Note: Il luppolo con cui viene preparata dona alla bevanda un piacevole gusto amarognolo.

                                          
Nel 1516 Guglielmo IV di Baviera emanò il celebre Reinheitsgebot (Editto della Purezza), che obbligava i birrai a utilizzare solo acqua, malto d’orzo e luppolo. Inizialmente, tale decreto aveva validità solo per quell’anno, per impedire l’impiego di frumento a seguito di un raccolto disastroso, ma la birra di puro malto piacque così tanto che la legge rimase e oggi, dopo quasi 5 secoli, i suoi dettami sono ancora largamente seguiti, nonostante non sia più in vigore in Germania. Da qui il suo indiscutibile pregio.

Marco Fusco




permalink | inviato da barsaro_webmaster il 21/2/2008 alle 11:47 | Leggi i commenti e commenta questo postcommenti (2) | Versione per la stampa
sfoglia
  
Free Image Hosting at www.ImageShack.us
Link
Cerca

Feed

Feed RSS di questo blog Reader
Feed ATOM di questo blog Atom
Resta aggiornato con i feed.

Curiosità

Powered by:Image Hosted by ImageShack.us
Il nostro Blog è stato letto 1 volte



IL CANNOCCHIALE